Fiat 500 vintage, colline senesi e Chianti Classico

11 ottobre 2016

Fiat 500 vintage

Prendi una Fiat 500 vintage, le strade del chianti e il buon cibo e vino che si trova nella zona e il mix non può che essere vincente!

Lo avevamo provato la scorsa estate quando a bordo della Fiat 500 Giannini della My Tour eravamo andate alla scoperta delle colline senesi con i colori caldi dei girasoli e dei campi di grano. Ma anche in autunno, tempo di vendemmia, è sicuramente un’esperienza che merita di essere fatta per più di un motivo…

I colori delle vigne e le nuvole

In autunno le vigne da quando sono ancora cariche di grappoli succosi fino a quando le foglie prendono le belle tonalità del giallo e del rosso sono sicuramente un piacere da ammirare e fotografarle. Sta per arrivare il freddo e la natura ci regala una spettacolo di colori. Per rimanerne affascianti basta poco se poi di mezzo ci si mettono anche le nuvole. Soffici e bianche a contrasto di un bel cielo terso magari subito un dopo un temporale che ha pulito e rinfrescato l’aria.

La scoperta di cantine e la storia del Chianti

Con una temperatura più mite è decisamente piacevole visitare le cantine e soprattutto degustare il frutto di Bacco. È il periodo giusto per scoprire il processo della vendemmia e della vinificazione. Passeggiando tra le colline del Chianti potrete osservare i vignaioli intenti nel loro lavoro. Entrando in cantina potrete inebriarvi del profumo della fermentazione come in quella classica poesia che forse tutti ben conoscete…

ma per le vie del borgo

dal ribollir de’ tini

va l’aspro odor dei vini

l’anime a rallegrar.

San Martino – Giosuè Carducci

Girando nel Chianti un luogo dove vivere queste sensazioni è sicuramente il Castello di Meleto a Gaiole in Chianti. Un luogo ricco di storia che racchiude alcuni tesori importanti per la storia del Chianti.  Tra di essi la stanza dove il Barone Bettino Ricasoli, alla ricerca del “vino perfetto”, nel 1872 fissò la famosa formula che Chianti Classico che prevedeva il 70% di Sangiovese, il 20% di Canaiolo e il 10% di Malvasia o Trebbiano.  

La struttura del castello è imponente e massiccia, ma al suo interno le meravigliose le sale sono ricche di decorazioni barocche e affascianti scorci sulle colline circostanti. Non perdetevi la bella cantina sotterranea sede oggi di mostre di arte e la vera perla del castello: il Teatrino settecentesco, minuscola riproduzione di un teatro ad uso esclusivo degli ospiti del castello.

Il buon vino e il buon cibo

Dopo aver ammirato tanto lavoro e bellezza di natura e colori non resta che assaggiare i prodotti locali. Non potete, quindi, esimervi da bere un buon bicchiere di chianti classico, o meglio degustare più prodotti vinicoli di una stessa azienda come quelli dell’Azienda Agricola Poggio Amorelli che saprà conquistarvi con il suo Morellino e il suo Chianti Classico Riserva che potrete sorseggiare all’interno delle suggestive cantine.

Per una cena con piatti tipicamente toscani potete optare per Casafrassi (di cui abbiamo parlato qui). Posizionata sulle colline con una vista panoramica incredibile su Siena e che saprà conquistarvi con ribollita, pappa al pomodoro e una gustosa grigliata.

Altre cose da fare nel senese a bordo di una Fiat 500 vintage…

Se questi tre buoni motivi per visitare la zona del Chianti Classico a bordo di una Fiat 500 non vi sono bastati potete seguire 5 consigli su cosa fare a Siena. Altrimenti potete spingervi fino alle Crete senesi dove anche qui il panorama e la natura vi lasceranno a bocca aperta!

Buon viaggio in Chianti! Ovviamente a bordo di una mitica 500 d’epoca così tutto ha più gusto…

Maggiori info sui tour in Fiat 500 Vintage li trovi su www.mytours.it

Fiat 500 vintage di My Tours

Leave a Comment